Tratto 8

Monte Sant'Angelo - Brindisi

Via Francigena del Sud

DAL 13 AL 24 SETTEMBRE 2019

0
Kilometri
0
Tappe
0
Giorni / Notti
In Puglia il cammino della Via Francigena attraversa per intero il territorio regionale, dai Monti Dauni nell’Appennino settentrionale per giungere fino a Brindisi, principale città di imbarco per Gerusalemme, un luogo importante per andare altrove, per raggiungere i luoghi di pellegrinaggio. Proprio per questo Brindisi diventa testimone di tante storie di pellegrini, a volte anonimi, da cui traspare la profonda devozione, con la descrizione molto precisa del sepolcro, meta finale del loro viaggio.
Narrano l’emozione, una volta giunti a Gerusalemme, di vedere ciò che avevano letto nei libri. Brindisi, quindi, è stata una delle città maggiormente interessate da questo fenomeno.
Le Reliquie conservate nella Cattedrale, ne sono un chiaro esempio. Comunque, tutte le città pugliesi hanno Reliquie, vere o false, che giungevano da questi pellegrinaggi, per volere, quasi, portare un ricordo del viaggio e dei luoghi sacri visitati.
Gruppi da 8/15 persone
Ore di cammino (al giorno): 6-7
COSTI PREVISTI:
  • € 275 comprende iscrizione e tessera CTG, guida e organizzazione da versare al momento dell’iscrizione.
  • € 280 per 11 pernottamenti, 6 cene, 7 colazioni, da inviare una settimana prima della partenza.
  • € 70 di cassa comune per cene e colazioni non comprese, da portare con sé.
  • in alcuni luoghi saremo provvisti di cucina e si provvederà a fissare dei prezzi «da pellegrini» nei vari luoghi dove ceneremo insieme.
  • i pranzi sono a discrezione di ogni uno.
LA GUIDA
Francisco Sancho

Francisco Sancho, spagnolo di origine e vicentino d’adozione, ha fatto del pellegrinaggio a piedi la sua espressione di vita cristiana. Francisco ha camminato, negli ultimi 23 anni, piu’ di 40000 Km attraverso vie di fede in Europa.

Difficoltà: media
Punti forti: Impronte di pellegrinaggi medievali, paesaggio marittimo, cibo e accoglienza Pugliese!

p.s. in tutti i tratti marittimi i dislivelli sono minimi quindi verranno segnalati solo dove siano rilevanti.

Giorno
Tappa
13 Settembre

Monte Sant’Angelo – Manfredonia

  • Lunghezza tappa 14 km
  • Altimetria dislivello in salita non rilevante
  • In discesa 500 m circa
  • Ore di cammino 3

Un panorama ampio, aperto sulla piana di Manfredonia e sul suo Golfo. Tutt’intorno mirabili terrazzamenti (vere e proprie opere di ingegneria rurale) fatti dai contadini per rendere coltivabile anche quella ripida fiancata del monte. Sul percorso, cave di roccia calcarea, materiale utilizzato per la costruzione di numerosi monumenti garganici. Integrano quel paesaggio grotte naturali utilizzate dai pastori per ricovero.

14 Settembre

Manfredonia – Zapponeta

  • Lunghezza tappa 24 km
  • Ore di cammino 6

Troveremo storia, natura e profumo di mare costeggiando il litorale tra Manfredonia e Zapponeta. Partendo dal Castello Svevo-Angioino, l’itinerario si sviluppa su sentieri in assoluta sicurezza che portano nei punti più belli del litorale. Quest’area costiera racchiude in un piccolo spazio geografico numerosi siti di estremo interesse dal punto di vista ambientale; un vero e proprio scrigno di pietra ricolmo di storie meravigliose che meritano di essere raccontate.

15 Settembre

Zapponeta – Barletta

  • Lunghezza tappa 34 km
  • Ore di cammino 9

La strada va per lunghi tratti a pochi metri dal mare fra campi coltivati a ortaggi. La città di Barletta fiorì nel Basso Medioevo come fortezza dei Normanni, diventando una delle tappe importanti per i crociati e per tutto il traffico commerciale verso la Terra santa.

16 Settembre

Barletta – Trani

  • Lunghezza tappa 15 km
  • Ore di cammino 4

Trani, la nostra meta di oggi è una città ricca di bellezze artistiche ed architettoniche, chiese di ogni epoca e palazzi signorili, testimonianze del suo glorioso passato: importante scalo commerciale fino al XVI secolo, conosciuta anche come “la perla dell’Adriatico”, è famosa per la Cattedrale intitolata al santo patrono San Nicola Pellegrino che si affaccia direttamente sul mare, inserita nella lista delle “meraviglie italiane”.

17 Settembre

Trani – Molfetta

  • Lunghezza tappa 21 km
  • Ore di cammino 5

Continueremo a gustare lo spirito del vero pellegrinaggio arrivando alla possente Basilica della Madonna dei Martiri che si erge maestosa e si affaccia sul mare in piazza Basilica a Molfetta, antica meta dei pellegrini di ritorno dalla Terra Santa, la basilica oggi gestita dai Frati Francescani è un punto d’arrivo per fedeli e appassionati d’arte, attirati dalle opere custodite nella chiesa e nel convento, tra cui l’icona duecentesca della Madonna della Tenerezza, donata probabilmente da un crociato, e la riproduzione del Santo Sepolcro situata nella cripta. A destra della chiesa, l’ospedale dei Crociati è il primo edificio del complesso e risale ai tempi della prima Crociata, quando era usato come ostello al ritorno dalla Terra Santa.

18 Settembre

Molfetta – Bari

  • Lunghezza tappa 28 km
  • Ore di cammino 7

È una scoperta affascinante quella della città di Bari, e dei suoi due volti, l’elegante quartiere murattiano e l’ipnotica Bari vecchia, adagiata sull’Adriatico. Il centro storico di Bari, un dedalo di vicoli, corti, palazzi storici e locali, è una città nella città, con circa 30 chiese e meravigliose architetture come la Basilica di San Nicola, la Basilica romanica di San Gregorio, la Cattedrale di San Sabino e il Castello Normanno-Svevo, voluto da Federico II. Sul lungomare più esteso d’Italia, Bari Vecchia è il cuore antico della città, tra il profumo del bucato, focacce appena sfornate e pasta fresca messa ad asciugare davanti agli usci.

19 Settembre

Bari – Mola di Bari

  • Lunghezza tappa 24 km
  • Ore di cammino 6

Lungo la costa adriatica, a metà strada tra Bari e Polignano a Mare, Mola è un centro turistico marittimo. Via Veneto introduce al centro storico, caratteristico per i vicoli intricati e pittoreschi, cinto dall’abbraccio di mura e torrioni e impreziosito dal possente Castello Angioino, costruito secoli or sono per contrastare le incursioni dei pirati. La Chiesa Matrice di San Nicola è un’antologia di stili, costruita nel ‘300 e poi modificata nel ‘500 secondo con motivi tipici del Rinascimento.

20 Settembre

Mola di Bari – Monopoli

  • Lunghezza tappa 25 km
  • Ore di cammino 6/7

Monopoli è annunciata dal profilo del castello e dalle antiche mura, la bella Monopoli, che si specchia nel mare Adriatico. Il centro storico di Monopoli è un gioiello di architettura popolare mista a sontuosi edifici religiosi e splendidi palazzi signorili.

21 Settembre

Monopoli – Torre Canne

  • Lunghezza tappa 22 km
  • Ore di cammino 5

Torre Canne vanta spiagge di sabbia finissima e bianca su cui sventola la Bandiera Blu ed è rinomata per le terme dove lasciarsi coccolare dalle virtù terapeutiche della acque sorgive.
Nelle campagne limitrofe è si possono vedere meravigliose masserie fortificate immerse negli uliveti

22 Settembre

Torre Canne – Torre Santa Sabina

  • Lunghezza tappa 25 km
  • Ore di cammino 6

In località S. Sabina, resti di popolamento preistorico attestano una frequentazione del sito fin da epoche remote. All’età romana sembra, invece, risalire la localizzazione presso Torre S. Sabina, della “mansio ad Speluncae”, vale a dire la stazione postale della via Traiana che forniva ospitalità ai viandanti e ricovero ai cavalli. Il nome “speluncae” denota la presenza di grotte e anfratti che, fino a tutto il Basso Impero, erano frequentati da coloro che transitavano lungo l’importante via romana.

23 Settembre

Torre Santa Sabina – Brindisi

  • Lunghezza tappa 31 km
  • Ore di cammino 8

Concludiamo questo tratto nella cattedrale di Brindisi o basilica della Visitazione e San Giovanni Battista. Proprio qui nella Cattedrale, prossima alle banchine del porto, che si riuniscono in preghiera i crociati prima di salpare verso Terra Santa: Brindisi è campo di raduno già dei partecipanti alla I crociata. I segni della secolare presenza della Basilica Cattedrale nella via dei pellegrini, da Roma a Gerusalemme, sono nelle reliquie che arricchiscono il suo tesoro: il braccio di San Giorgio, l’idria delle nozze di Cana, le reliquie di san Teodoro d’Amasea, che rendono la sede brindisina prestigiosa e la città flusso ininterrotto di pellegrini

24 Settembre Brindisi
Colazione insieme. passaggio di testimone al nuovo gruppo e saluti!

Ci riserviamola possibilità di apportare alcune lievi modifiche all’itinerario. La quota di iscrizione sarà versata al momento di prenotazione come caparra. Mentre la quota fissa dei pernottamenti andrà versata fino a 1 settimana prima della partenza. La caparra sarà restituita interamente qualora non avvenisse il raggiungimento del numero minimo di 8 persone.

L’iscrizione per questo tratto è prevista fino al 25 Giugno 2019 da effettuare inviando il modulo che puoi scaricare qui. Dopo aver inviato il modulo via mail riceverai la conferma di avvenuta prenotazione e le modalità del pagamento. Per info: ass.camminiamo@gmail.com o telefona al 349.8509955 il lunedì dalle 21.00 alle 23.00

Le quote da inviare prevedono:
L’organizzazione, l’accompagnatore, i pernottamenti ed il numero di cene e colazioni previste nella tabella iniziale alla voce la quota comprende.
La quota non comprende quanto non specificato.