Tratto 2

Trento - Padova

Cammino delle Apparizioni + Via Postumia

DAL 10 AL 20 LUGLIO 2018

0
Kilometri
0
Tappe
0
Giorni / Notti

Il Cammino delle Apparizioni vuole essere un itinerario storico, culturale e religioso alla scoperta di luoghi nel medio e alto Vicentino nonché nella zona dell’alta Valsugana. Congiunge tre luoghi interessati nei secoli scorsi da apparizione mariane e dove tuttora esistono santuari meta di molti pellegrinaggi: Il Santuario di Monte Berico a Vicenza (VI), il Santuario della Madonna dell’Olmo a Thiene (VI) ed il Santuario della Madonna di Pinè a Montagnaga (TN).

La Via Postumia tra Treviso e Vicenza attraversa invece Castelfranco Veneto e Cittadella, due borghi risalenti all’epoca medievale che si caratterizzano per una cinta muraria perfettamente conservata che ancora li avvolge. Inoltre nel tratto finale ripercorreremo la via di Sant’Antonio per arrivare alla Basilica del Santo a Padova.

Gruppi da 8/15 persone
Ore di cammino (al giorno): 6-7
COSTI PREVISTI:
  • € 250.00 comprende iscrizione e tessera CTG, guida e organizzazione da versare al momento dell’iscrizione.
  • € 250.00 per pernottamenti, 2 cene, 4 colazioni, 1 entrata alle terme
  • € 200 di cassa comune per cene e colazioni non comprese, da portare con sé.
  • In 2 luoghi saremo provvisti di cucina e si provvederà a fissare dei prezzi «da pellegrinini» nei vari luoghi dove mangeremo insieme.
  • i pranzi sono a discrezione di ogni uno.
LE ISCRIZIONI PER QUESTO TRATTO SONO CHIUSE
LA GUIDA
Francisco Sancho

Francisco Sancho, spagnolo di origine e vicentino d’adozione, ha fatto del pellegrinaggio a piedi la sua espressione di vita cristiana. Francisco ha camminato, negli ultimi 23 anni, piu’ di 40000 Km attraverso vie di fede in Europa.

Difficoltà: media – bassa
Punti forti: Paesaggio montano e santuari tra i piu’ importanti del Veneto e in Italia
Giorno
Tappa
10 Luglio Trento – Montagnaga

  • Lunghezza tappa 14 km
  • Dislivello salita 910 mt
  • Dislivello discesa 230 mt
  • Ore di cammino 5

Partenza dalla piazza del Duomo a Trento. A Trento si passa davanti al Castello del Buon Consiglio, e di qui poi si inizia a salire, si tratta di una tappa con molto dislivello in salita, ma la fatica sarà ripagata con l’arrivo al santuario del Redentore, luogo dove il 4 maggio 1729 la pastorella Domenica Targa ebbe la prima apparizione della Vergine Maria.

11 Luglio Montagnaga – Caldonazzo

  • Lunghezza tappa 17’5 km
  • Dislivello salita 300 mt
  • Dislivello discesa 700 mt
  • Ore di cammino 5

Partenza dal Santuario del Redentore. Si scende per una silenziosa valle, continuiamo fino ad arrivare allo splendido Castello di Pergine, continuiamo per raggiungere Ischia dove imboccheremo l’antica via Claudia Agusta e cammineremo sempre sino a Caldonazzo con la splendida visuale sul lago, per poi terminare la nostra tappa al centro storico di Caldonazzo, località turistico balneare.

12 Luglio Caldonazzo – Brancafora

  • Lunghezza tappa 17 km
  • Dislivello salita 750 mt
  • Dislivello discesa 780 mt
  • Ore di cammino 5

Partenza a Caldonazzo per la storica via dell’Ancino (antica via di pellegrinaggio e di mercanti). Questa è una tappa di montagna che da Caldonazzo sale la valle del Centa, dove dopo aver percorso per circa 6 Km la stradina bianca che costeggia il Rio Centa, arriveremo direttamente al lago di Lavarone (1.200 mt). Da lì scenderemo fino a contrà Piccoli, ricca di storia perché un tempo questo luogo era il punto di incrocio tra le diocesi di Trento, Padova e Feltre. Da Piccoli si scende con un sentiero nel bosco nella valle dell’Astico e si passa dalla regione Trentina a quella Veneta. Concluderemo la nostra tappa all’antica Chiesa di Brancafora, dove in antichità vi era uno punto di accoglienza per pellegrini.

13 Luglio Brancafora – Cogollo del Cengio

  • Lunghezza tappa 21’5 km
  • Dislivello salita 350 mt
  • Dislivello discesa 525 mt
  • Ore di cammino 5,30

Da Scalzeri dopo aver lasciato la splendida chiesetta si S. Rocco si scende sino a Casotto e poi a San Pietro Valdastico. Questa tappa costeggia sempre il torrente Astico ed il
percorso lungo il torrente è fantastico, si scende sino a Pedescala, e poi alla torre scaligera che maestosa sorveglia la valle dell’Astico. Da qui si scende in contrà Pria, e poi per la ciclabile si arriva a Cogollo del Cengio, dove l’arrivo della nostra tappa sarà al santuario della Resurrezione.

14 Luglio Cogollo del Cengio – Thiene

  • Lunghezza tappa 19 km
  • Dislivello salita 165 mt
  • Dislivello discesa 365 mt
  • Ore di cammino 5

Si parte dal monastero della Resurrezione. Usciti dal santuario si si scende ancora, verso l’antica chiesetta di Sant’ Agata. Qui siamo nella campagna di Cogollo, per una strada bianca
ci si dirige verso Chiuppano per poi salire sulla collinetta dove potremmo visitare il Santuario della Fratta. Si scende per la valletta delle fontanelle sino a Centrale, li si visiterà l’antica chiesetta della Madonnetta. Poi in piano per circa 2 km si giunge a Thiene, famoso per l’antico castello Coleoni nel centro del paese. Si terminerà la tappa di oggi al santuario dell’Olmo, accolti dai frati cappuccini.

15 Luglio Thiene – Vicenza

  • Lunghezza tappa 24’5 km
  • Dislivello salita 160 mt
  • Dislivello discesa 175 mt
  • Ore di cammino 6

La tappa di oggi è tutta in pianura. Ci dirigeremo verso Villaverla. Attraverseremo una riserva naturale famosa per l’osservazione dell’avifauna e le sue risorgive, continuando sul sentiero costeggeremo il torrente Bacchiglione che ci accompagnerà quasi sino al centro di Vicenza, dove, dopo essere passati per la via del Corso, e per la splendida Piazza dei Signori con la sua maestosa Basilica Palladiana, saliremo nel colle di Monte Berico dove sulla cima la Basilica ci attende. Qui termina il Cammino delle apparizioni, su una città ricca di storia e architettura Palladiana.

16 Luglio Vicenza – Camisano Vicentino

  • Lunghezza tappa 26 km
  • Dislivello salita Non rilevante/li>
  • Dislivello discesa Non rilevante
  • Ore di cammino 6/7

Via Postumia. In attesa dell’arrivo a Piazzola sul Brenta e Cittadella la giornata odierna è una tappa di transizione. Lasciando indietro la meravigliosa Basilica di Monte Berico si scende fino alla università, si prosegue per l’argine del Bacchiglione fino raggiungere il paese di Quinto Vicentino. All’uscita del paese prenderemo una pista ciclabile, dopo nuovamente l’argine del fiume ed arriveremo al paese di Rampazzo. Meno di 5 km dopo e sempre in pianura troviamo il paese di Camisano Vicentino.

17 Luglio Camisano Vicentino – Cittadella

  • Lunghezza tappa 28 Km
  • Dislivello salita Non rilevante/li>
  • Dislivello discesa Non rilevante
  • Ore di cammino 7

Si esce dal paese e seguendo l’argine arriveremoa a Piazzola sul Brenta. In questa località potremmo visitare l’elegante Villa Contarini, il Duomo dedicato alla Natività della Beata Vergine e a San Silvestro, Il Tempietto di San Benigno … Sempre per piste sterrate e ciclopedonali dopo 10 km attraverseremo i piccoli paesi di San Martino, Lobia e Facca per finire la tappa nella preziosa Cittadella. Il suo straordinario camminamento di ronda, unico in Europa, lungo un chilometro e mezzo e interamente percorribile grazie a un lavoro di restauro durato 20 anni e terminato nel 2013. Da vedere anche il Duomo.

18 Luglio Cittadella – Camposampiero

  • Lunghezza tappa 30 Km
  • Dislivello salita Non rilevante/li>
  • Dislivello discesa Non rilevante
  • Ore di cammino 7/8

Da Cittadella si parte con destinazione Galliera Veneta. Tutta la tappa di oggi è in pianura attraverso sentieri e vie ciclabili. Raggiunto il paese di Castello di Godego, si
prosegue verso Villarazzo per arrivare a Castelfranco Veneto. Da vedere Piazza Giorgione, la chiesa di San Giacomo Apostolo è del 1420, il duomo dedicato al patrono San Liberale e a Santa Maria Assunta, la casa Marta Pellizzari, detta anche la Casa del Giorgione, il Teatro Accademico di via Garibaldi… Da Castelfranco Veneto abbandoniamo la Via Postumia e percorrendo una pista ciclabile si raggiunge Camposampiero.

19 Luglio Camposampiero – Padova

  • Lunghezza tappa 24 Km
  • Dislivello salita Non rilevante/li>
  • Dislivello discesa Non rilevante
  • Ore di cammino 6

Questa tappa è identica all’Ultima del Cammino di Sant’Antonio che ripercorre esattamente la strada compiuta dal Santo negli ultimi istanti della su a vita terrena. Camposampiero il nostro compagno di viaggio sarà il Torrente Muson dei Sassi che ci condurrà fino alle porte di Padova. Il Cammino tocca i Santuari Antoniani di Camposampiero collegandosi poi a quello dell’Arcella di Padova dove Sant’Antonio morì, fino a raggiungere come tappa conclusiva la Basilica del Santo. In circa 24 Km si toccano dunque tre aree sacre estremamente significative dal punto di vista della devozione antoniana e della fede, ma anche dell’arte e della storia.

20 Luglio Padova
Colazione insieme passaggio di testimone al nuovo gruppo e saluti!
LE ISCRIZIONI PER QUESTO TRATTO SONO CHIUSE

Ci riserviamola possibilità di apportare alcune lievi modifiche all’itinerario. La quota di iscrizione sarà versata al momento di prenotazione come caparra. Mentre la quota fissa dei pernottamenti andrà versata fino a 1 settimana prima della partenza. La caparra sarà restituita interamente qualora non avvenisse il raggiungimento del numero minimo di 8 persone.

L’iscrizione per questo tratto è prevista fino al 25 Maggio 2018 da effettuare inviando il modulo che puoi scaricare qui. Dopo aver inviato il modulo via mail riceverai la conferma di avvenuta prenotazione e le modalità del pagamento. Per info: ass.camminiamo@gmail.com o telefona al 3883258880 il martedì e giovedì dalle 20 alle 22

Le quote da inviare prevedono:
L’organizzazione, l’accompagnatore, i pernottamenti ed il numero di cene e colazioni previste nella tabella iniziale alla voce la quota comprende.
La quota non comprende quanto non specificato.